Barone di Serramarrocco

Heritage

In 1624, Don Juan Antonio Marrocco y Orioles, Lord of the Manor of Serramarrocco and Captain of Justice of Salemi, was elevated as first Baron of Serramarrocco by His Majesty the King Philip IV of Spain and Sicily, in recognition of Don Juan Antonio’s valiant struggle to have given shelter and aid to Kingdom’s population ravaged by black plague that swept through Sicily at that time.
Furthermore, to the bravery and selflessness demonstrated, His Majesty King Philip IV of Spain granted to His Captain also a Royal Domain as to be held in “baroniam Serrae Marrocco”, a Crown Estate, since then, renowned for its fine vineyards, which were reserved to the winemaking of wines of the Royal Court of Sicily…

Terroir

Between mountains and sea...

Located on the western cost of the island, at Mount Erice foothills in the heart of the DOC Erice wine route, the estate lays on a classic hillside sicilian landscape, intermixed with wooded areas and with sloping land plots which are renowned as being particularly vocated to vine growing, from immemorial time.
The soils are, in fact, primarily composed of clayey areas and calcareous sandstone, intermixed with marly limestone.
The property benefits from an ideal breezy, maritime microclimate, as it insists on a windy area at an altitude of approximately 350 meters above the sea level, with a significant different range temperature between night and day…

Vineyards of Serramarrocco

High density & low wine yield
Integrity of grapes & identity

From vineyards to cellar every single activity is focused on retaining grape fruitness.
Very accurate pruning, lush vegetation, constant monitoring on fields, it results in a natural and well balanced low yields
production and ensures long standing high quality in grapes and wines.
Furhermore, with such climatic and geological prerogatives, vineyard operations are kept to a minimum by ensuring soil nutrition exclusively with organic compost.
Harvesting is done by hand in order to prevent, wherever possible, any damage to the grape skins and to avoid any maceration process as well as oxidation reaction which would undermine the grapes’ texture while in transit to the cellar…

Wines

Terroir & finesse

BARONE DI SERRAMARROCCO

Grande Rosso Siciliano, il Barone di Serramarrocco, eccellente espressione di Pignatello in purezza, rara ed antica varietà del territorio Trapanese.

Prodotto con la migliore selezione di  uve Pignatello raccolte a mano  nella “vigna di Sammarcello” di 3,75 Ha coltivata a Guyot bordolese con sesto di impianto di 7.143 ceppi/ha ed una resa di 85 quintali per ettaro e 1,10Kg. per ceppo.

Elevato in barriques nuove di Troncais Allier da 300 lit. di media tostatura per 18 mesi. 10 mesi di affinamento in bottiglia . Prima annata 2006

SERRAMARROCCO

Un blend bordolese, il Serramarrocco, di eccellente consistenza e grande estratto. Potenza e morbidezza con equilibrio ed eleganza, esaltate dalle caratteristiche del terroir siciliano.

Prodotto con la migliore selezione di uve Cabernet Sauvignon raccolte a mano nella “vigna del Capitano” di 2,72 Ha, coltivata a Guyot bordolese con sesto di impianto di 9.524 ceppi/ha ed una resa di 95 quintali per ettaro, 1Kg. per ceppo, e da uve Cabernet Franc raccolte manualmente nella vigna di Sammichele di 2,20 ettari coltivato a Guyot bordolese con densità d’impianto di 6.250 ceppi /ha, una resa di 75 quintali per ettaro e  1,20Kg per ceppo.

Elevato in barriques di Troncais di Allier da 300 lit. di media tostatura per 12 mesi. 8 mesi di affinamento in bottiglia. Prima annata. 2001

NERO DI SERRAMARROCCO

Rosso mediterraneo tipica espressione del Nero d’Avola che lo compone in purezza.

Vino di grande finezza e complessità, il Nero di Serramarrocco nasce da uve Nero d’Avola raccolte a mano nella “vigna di Sakkara” di 1,85 Ha coltivato a Guyot con densità d’impianto di 6.250 ceppi /ha ed una resa di 65 quintali per ettaro e  1,10Kg. per ceppo.

Elevato in barriques di Troncais di Allier di 300 lit. di secondo passaggio e media tostatura per 8 mesi. 6 mesi di affinamento in bottiglia . Prima annata 2002.

 

QUOJANE DI SERRAMARROCCO

Uno Zibibbo in purezza e vinificato secco, le Quojane di Serramarrocco, da uve raccolte a mano nella “vigna delle Quojane” di 5,85 Ha coltivata a Guyot bordolese con sesto di impianto di 6.250 ceppi/ha, una resa di 95 quintali per ettaro e 1,60Kg. per ceppo.

Si distingue per la fragranza del frutto, la complessità dei profumi di agrumi, di cedro, mela verde ed erbe officinali che si fondono con sentori di fiori di zàgara, lavanda, menta, rosmarino, esaltandone la balsamicità silvestre.

L’intensità del bouquet, la mineralità e la lunghezza del finale, ne fanno un vino di rango che rappresenta al meglio il terroir della Serramarrocco.
Prima Annata 2009

SAMMARCELLO

Il Sammarcello, è il “petit vin” del Barone, il vino rosso più rappresentativo dell’azienda .

Colore rubino intenso, dai lampi di porpora, caratterizzato da profumi di viola, rose ed eucalipto con aromi balsamici di frutti di bosco, cioccolata all’arancia, amarena e liquerizia.

Tannini setosi esaltano l’elegante struttura in un finale lungo e fruttato.
Prodotto con uve Pignatello raccolte a mano nella “vigna di Sammarcello” di 3,75 Ha coltivata a Guyot bordolese con sesto di impianto di 7.143 ceppi/ ha, una resa di 85 quintali per ettaro e 1,10Kg. per ceppo.

Vinificato in acciaio con macerazione sulle bucce per 12/14 giorni a 22-24° C, la fermentazione alcolica e malolattica avvengono in vasche di cemento. 5 mesi di affinamento in bottiglia.

BAGLIO DI SERRAMARROCCO

Nero d’Avola in purezza, vinificato in acciaio che si distingue per il suo bouquet fruttato intenso e per la sua elegante struttura; di colore rosso rubino intenso, è caratterizzato dalla complessità di aromi di ribes, ciliegie, tamarindo, liquirizia e dai tannini levigati che ne sostengono il finale persistente.

Il Baglio di Serramarrocco , nasce da uve Nero d’Avola raccolte nella “vigna del Baglio” di 4,85/ha coltivato a Guyot con densità d’impianto di 7.143 ceppi/ha ed una resa di 95Q.li/ha 1, 40Kg. per ceppo.

Vinificato in acciaio con macerazione sulle bucce per 6/8 giorni a 22-24° C, la fermentazione alcolica e malolattica avvengono in vasche di cemento. 5 mesi di affinamento in bottiglia. Prima annata 2003

GRILLO DEL BARONE

Vino prodotto con il 100% di uve Grillo, raccolte nel vigneto delle Quojane di 5,85 ettari coltivato a Guyot con densità d’impianto di 6.250 ceppi per ettaro, una resa di 90 quintali per ettaro e 1,50Kg. per ceppo.

Vinificato in acciaio, è caratterizzato da un colore giallo paglierino con riflessi oro verde: sfoggia note di pesca bianca, biancospino e frutti esotici sostenuto da un’ottima mineralità. Aromi varietali di fiori ed agrumi tipicamente siciliani, si fondono nel suo lungo finale sapido e balsamico.
3 mesi di affinamento in bottiglia. Prima annata 2003

Blog Serramarrocco

awards, events, talk about us...

Ratings & Awards

Why Serramarrocco?

Less is …. more!
High density
Low yield
Great quality